Carmen Consoli con “Uomini topo”, Francesca Michielin con“Bolivia”, Ghali con “Cara Italia”, Patrizia Laquidara con “Il cigno (the great Woman)”, Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”, Roy Paci & Aretuska feat. Willie Peyote con “Salvagente”, i Punkreas con “U-soli”, i Radiodervish con “Nuovi schiavi”, Salmo con “90 min”, i Subsonica con “Punto critico”. Sono questi i dieci brani in lizza per il Premio Amnesty International Italia, sezione Big, lo storico riconoscimento riservato a brani pubblicati da artisti italiani affermati nell'anno precedente che tocchino tematiche sui diritti umani.

Così cantava Giorgio Gaber e così noi interpretiamo il nostro impegno per creare un mondo migliore.

L'Associazione culturale Exotique e il festival "Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty" presentano le Mujeres Creando, che grazie ad un bando del NUOVOIMAIE “Realizzato con i fondi dell’articolo 7 L. 93/92” saranno in tour in Italia e in Europa.

Con l’inizio dell’anno prendono il via i lavori per il prestigioso Premio Amnesty International Italia del festival “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty” per brani legati ai temi dei diritti umani.

È partito il bando di concorso per questa nuova edizione del Premio Amnesty International Italia Emergenti, a cui possono partecipare tutti gli artisti che abbiano un brano che parli di diritti umani, in qualsiasi lingua o dialetto e di qualsiasi genere musicale.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy