Al via “Arte per la Libertà” il format che abbina arte e diritti umani, nato dall’unione dei festival “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty” e “Deltarte, il delta della creatività”.

Da luglio a dicembre 2020 una ricca programmazione caratterizzerà “Arte per la libertà”, il festival della creatività per i diritti umani, che vedrà protagonisti, tra gli altri, Niccolò Fabi, Marina Rei, Margherita Vicario, Lercio, i Meganoidi, Alice Pasquini, Daniele Tozzi, C0110, Carolì, Alessio B, le finali del contest per emergenti e molto altro ancora.

Voci per la Libertà - XXIII edizione
Deltarte – VIII Edizione
presentano
ARTE PER LA LIBERTÀ - La barca dei diritti

Al via Arte per la Libertà, il calendario di appuntamenti che raggruppa i festival “Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty” e “Deltarte - il Delta della creatività", come sempre legato ad Amnesty International. Saranno coinvolti ben quindici comuni della provincia di Rovigo sotto il titolo “La barca dei diritti”, con un variegato cartellone artistico che spazia dalla musica all’arte e al teatro.

Anche quest’anno sarà realizzato un variegato cartellone artistico, a cura di Melania Ruggini e Michele Lionello, costruito seguendo il filo rosso della creatività a sostegno dei diritti umani e in piena armonia con il territorio del Polesine, fortemente caratterizzato dall’acqua e dai suoi fiumi come il Po, l’Adige, l’Adigetto, il Canalbianco, arrivando al Delta del Po. In questa edizione si coinvolgeranno ben 15 comuni della Provincia di Rovigo attraverso il leitmotiv “La Barca dei diritti”, simbolo del tradizionale mezzo di comunicazione del territorio.

VOCI PER LA LIBERTÀ - UNA CANZONE PER AMNESTY

La musica tornerà a suonare nella XXIII Edizione di Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty, quattro giorni in un variegato caleidoscopio di musica e di ospiti. Si parte sabato 25 luglio con l’anteprima ad Adria di fronte al teatro Comunale in Piazza Cavour con i Meganoidi, la storica post punk band uscita quest’anno con il nuovo album “Mescla” e con i The Boyler come gruppo spalla, per arrivare poi a Rosolina Mare da venerdì 31 luglio a domenica 2 agosto. L’arena di Piazzale Europa per tre giorni si trasformerà in una grande festa di musica e diritti umani. A condurre le tre serate saranno gli storici presentatori Savino Zaba e Carmen Formenton, mentre, come già lo scorso anno, lo slogan di Amnesty International Italia sarà “Sui diritti non si torna indietro”, per ribadire la centralità dell'impegno in favore dei diritti di tutte e di tutti.

Grandi ospiti per ciascuna serata. Venerdì 31 luglio si parte con la giovane ormai affermata Margherita Vicario il cui brano “Mandela”, che ha superato il milione di views su YouTube e di ascolti su Spotify, è stato nella decina delle nomination del Premio Amnesty International Italia sezione big proprio quest’anno.
Sabato 1 agosto sarà la volta di una stella della musica italiana come Marina Rei, cantautrice dalla grande sensibilità che è stata per ben due volte nelle nomination del Premio Amnesty Italia sezione Big ed è stata a fianco di Amnesty International per la campagna “Mai piu' spose bambine”. Quest’anno celebra i 25 anni di carriera con l’uscita del nuovo album di inediti “Per essere felici”.

Gran finale domenica 2 agosto con l’assegnazione del Premio Amnesty International Italia sezione Big a Niccolò Fabi per il brano “Io sono l’altro”, contenuto nell’album “Tradizione e tradimento” uscito a fine 2019. Fabi ha dichiarato: “Ho provato a parlare semplicemente dell’altro e della sua importanza. Di ogni altro che è il potenziale responsabile della nostra salvezza come della nostra infelicità, così come reciprocamente noi lo siamo della sua”. Nel pomeriggio alle 18 Fabi e il presidente di Amnesty International Italia Emanuele Russo incontreranno pubblico e giornalisti nell’attiguo Centro congressi.

Ma il fulcro della manifestazione sarà come sempre il contest per band e cantautori che porterà, nella giornata conclusiva, a proclamare il vincitore del Premio Amnesty International Italia, sezione Emergenti, dedicato ai migliori brani legati alla Dichiarazione universale dei diritti umani. Ecco gli artisti in gara, Venerdì 31 luglio: H.E.R. con “Il mondo non cambia mai” - Pop da Roma, Adriana Iè con “Bumaye” - R&B Soul da Verona, NUJU con “La nostra sicurezza” - Turbo Folk da Reggio Emilia, Micaela Tempesta con “4M3N” - R&B da Napoli; sabato 1 agosto: Mattia Bonetti con “Exarchia” – Canzone d’autore da Fosdinovo (Massa Carrara), Ennesimo Piano B con “Ultima stagione” - Rock alternativo da Potenza, Assia Fiorillo con “Io sono te” - Electro-Pop cantautorale da Napoli, Agnese Valle con “La terra sbatte” - Canzone d'autore da Roma.

Ma non solo musica al festival: nelle serate di venerdì e sabato anche gli interventi di Lercio Live, il primo spettacolo ideato e scritto dal più famoso sito satirico italiano con oltre 2 milioni di followers sui social. Telegiornali esilaranti, rubriche improbabili e il meglio del repertorio del sito accompagneranno gli spettatori in un divertentissimo viaggio all'insegna della sporca informazione, sempre in bilico tra realtà e finzione. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito ma è necessaria la prenotazione sul sito: https://www.eventbrite.it/o/voci-per-la-liberta-30579724078

DELTARTE - IL DELTA DELLA CREATIVITÀ

Arrivato alla sua ottava edizione, il festival itinerante dedicato all’arte contemporanea e a cura di Melania Ruggini, prenderà il via ufficialmente il 4 luglio da Rosolina Mare per toccare via via altre 8 tappe. Ad inaugurare Deltarte il 4 luglio ci sarà a Rosolina Mare “La barca dei diritti”, installazione di arte pubblica a opera di Zentequerente, realizzata con bottiglie di plastica, per sensibilizzare il pubblico sul riciclo responsabile e sulla salvaguardia dell’ambiente e dei mari come quello di Rosolina, che anche quest’anno ha ottenuto la Bandiera Blu.

La street art è il fiore all’occhiello di DeltArte, il Delta della creatività che sta trasformando da 8 anni il Delta del Po e più in generale il Polesine in un vero e proprio museo diffuso, tramite la rigenerazione urbana che la street art porta con sè. Anche quest’anno si lavorerà con i bambini e i ragazzi del territorio, allo slogan “Artisti per un giorno”, mediante workshop e laboratori didattici con le stelle della street art.

L’ospite d’onore del festival è la street artist più conosciuta e amata (e non solo in Italia): stiamo parlando di Alice Pasquini, che per il nostro festival realizzerà una delle sue meravigliose opere presso la palestra comunale di Porto Tolle, tramite una residenza d’artista dal 9 al 13 luglio.

Si prosegue poi con il comune di Loreo dove dal 16 al 18 luglio C0110 farà un intervento di arte pubblica presso le scuole medie, avente per tema la tematica dei diritti dei bambini.

A Villadose l’artista romano Daniele Tozzi crederà uno splendido calligramma formato da parole di speranza e rinascita sulla facciata della biblioteca comunale; l’artista soggiornerà in città dal 21 al 25 luglio.

Dopo la pausa estiva, a settembre si ritorna con Alessio B a Taglio di Po, che creerà due opere, una sulla facciata dell’asilo nido e l’altra sul muro di fronte alla biblioteca. A Gavello, presso l’azienda agricola la Galassa, ci sarà Banco Ittico con un’opera legata alla sana e corretta alimentazione, a partire dai bambini, da sempre portabandiera di questa meravigliosa azienda a conduzione familiare. A Lendinara ritorna Carolì con i suoi personaggi onirici presso la palestra delle scuole medie.

New entry del festival il comune di Ariano Polesine, che omaggerà la storica quercia sotto la quale, secondo la leggenda, il sommo Dante avrebbe sostato.

Per tutto il periodo del festival i bambini e i ragazzi del territorio saranno coinvolti in prima linea grazie ad “Artisti per un giorno”, i workshop e i laboratori didattici del festival, che toccheranno sia i centri estivi che le scuole.

A ottobre la street art arriverà infine a Rovigo, capoluogo del Polesine, con una partecipazione a sorpresa. Agosto e settembre saranno dedicati al teatro con il coinvolgimenti di quattro comuni: Polesella, San Bellino, San Martino di Venezze e Villanova Marchesana. A dicembre poi non mancheranno, come tradizione, eventi in occasione dell’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy