volantinofronte

Finalmente è giunto il momento di raccogliere la sfida per l'8°  edizione del Concorso Nazionale  "VOCI PER LA LIBERTÁ - UNA CANZONE PER AMNESTY"!

Dal 20 al 25 luglio, al Parco CRG di Villadose (RO), si terrà l'ottava edizione di "Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty", il concorso musicale, organizzato dall'Associazione VOCI PER LA LIBERTÀ.

Dal 22 al 24 luglio si svolgerà il concorso dedicato ai gruppi emergenti, ai quali verranno assegnati il Premio Una Canzone per Amnesty, il Premio della Critica e il Premio della Giuria Popolare.
Quest'anno grande soddisfazione per l'alto numero di iscrizioni: ben 164 iscritti provenienti da tutta Italia, un record!

Novità anche per la collaborazione con DEMO RADIO RAI  come partner del Concorso, quest'anno due gruppi sono stati selezionati proprio da Michael Pergolani e Renato Marengo, conduttori dello storico  programma radiofonico.

 

Ecco il programma completo della manifestazione:


20mercolediluglio


P.ZZA ALDO MORO
Anteprima Festival

Proiezione dei cortometraggi della rassegna "ARTE PER LA LIBERTÁ":

"DOPOCHI" di Alberto Gambato
"IL CONDANNATO"di Sergio Rinaldi
"LIFE" di Marco Musso


Proiezione del cartone animato "P.O.P. - PACE OF PEACE"

Un cartone animato sulla pace ideato e scritto da studenti israeliani e palestinesi, vincitore del Premio cinema e cultura del dialogo alla 61° Mostra del Cinema di Venezia.

Per la rassegna "Arte per la Libertà", che sarà divisa in tre sezioni: Fumetti per la Libertà, Scatti per la Libertà e Corti per la Libertà.
Oltre a questa saranno presenti due importanti mostre fotografiche, una di Amnesty International sulla campagna "Mai più violenza sulle donne" ed una personale di Silva Rotelli: "IL SENTIMENTO DEL SUONO - Frammenti Live".

 

21giovediluglio

 

PARCO C.R.G.

cristina 2 bn

Serata Evento


Arecibo
+
CRISTINA DONÁ
+
GIULIO CASALE


giulio_casale_bn

Grande serata d'apertura giovedì 20 luglio con il rock d'autore di CRISTINA DONA' e GIULIO CASALE, due  Artisti che ben rappresentano la scena musicale italiana cantautoriale.
Giulio Casale presenterà  i brani del suo nuovo album   "IN FONDO AL BLU",   con uno spettacolo di teatro-canzone "ILLUSI D'ESISTENZA".
Cristina Donà, proporrà  le sue canzoni in uno spettacolo solista, voce e chitarra.
In apertura di serata gli Arecibo (finalisti dell'edizione 2002 di Voci per la Libertà) presenteranno il nuovo cd "Audiosfera"

 

22venerdiluglio

 

PARCO C.R.G.

Semifinale Concorso con:

BOMBA BOMBA - Pistoia  [Gruppo selezionato da DEMO RADIO RAI]
FRANCESCO CAMATTINI - Parma
MEDITERRANEAN CELTIC DUB CONNECTION - Firenze
SYNTHPHONIA SUPREMA - Modena
TELEGRAM - Venezia
THE ICELIGHTERS - Napoli

 

23sabatoluglio

 

PARCO C.R.G.

Semifinale Concorso con:

BANDA DEI FALSARI - Roma
CT LAB - Catania  [Gruppo selezionato da DEMO RADIO RAI]
FIRESONS - Ancona
MAMA ROOTS - Brindisi
SANCTO IANNE - Benevento
SKIZZO - Montpellier

 

24domenicaluglio

 

PARCO C.R.G.

Finalissima Concorso e Premiazione con i migliori sei gruppi ed assegnazione dei premi: Una Canzone per Amnesty, della Critica e della Giuria Popolare.


25lunediluglio

 

PARCO C.R.G.

modena_logo

ramblers

I MODENA CITY RAMBLERS riceveranno  il Premio Amnesty Italia per il brano "Ebano", (tratto dall'album "¡Viva la vida, muera la muerte!" - 2004) premiato per il testo altamente suggestivo, l'intensa melodia e soprattutto per il tema strettamente legato alla campagna di Amnesty International "Mai più violenza sulle donne".

Concerto di chiusura con
I FOLLETTI DEL GRANDE BOSCO
(finalisti dell'edizione 2001 di Voci per la Libertà)
+
RISERVA MOAC
Vincitori della precedente edizione (2004)
del Concorso Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty

 

 

luogo dei concerti:
Villadose (Ro). Parco CRG via Umberto I
in caso di maltempo presso Sala Europa. Piazza A. Moro

Inizio concerti e spettacoli ore 21.00
Ingresso gratuito a tutti i concerti
Giovedì 21 luglio ingresso € 12 (soci VxL € 10)

Come arrivare a Villadose: clicca qui!

 

Info:

Associazione Culturale "Voci per la Libertà" via Paganini 16 -45010- Villadose (Ro) tel/fax 0425.405562 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Tutte le sere:
maxischermo - area associazioni - mostre - paninoteca - bar - pizzeria

PARTNER MEDIA DI VOCI PER LA LIBERTÀ - UNA CANZONE PER AMNESTY:
DEMO RAI Radio1, Rock Sound, Rockstar, Freequency, Caterpillar RAI Radio2, Rockit, Idbox, MusicBoom, Risuono, Rockshock, Delta Radio, Radio Base, ViaVai, La Voce di Rovigo, Telestense, L'Altoparlante, DNA Music, Freak Out, MusicalNews, EcoRadio, No Quarter.

Grande soddisfazione per l'alto numero di iscrizioni all'8° edizione di "Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty".
Quest'anno abbiamo battuto tutti i record: ben 164 iscritti!!!

 

In attesa della scaletta definitiva del festival che si terrà a Villadose (Ro) dal 20 al 25 luglio 2005 (si sta definendo un programma di alto livello con grandi novità!) e la conclusione delle selezioni per decidere i 12 artisti che parteciperanno alle serate finali del concorso. Qui di seguito troverete un piccolo resoconto della provenienza di tutti gli iscritti:

 

REGIONE NUMERO ISCRITTI
Abruzzo 6
Basilicata 3
Calabria 5
Campania 13
Emilia Romagna 15
Friuli Venezia Giulia 6
Lazio 10
Liguria 1
Lombardia 10
Marche 3
Molise 6
Piemonte 15
Puglia 8
Sardegna 5
Sicilia 4
Toscana 13
Trentino Alto Adige 5
Umbria 10
Valle D'Aosta 2
Veneto 20
Estero 4
TOTALE ISCRITTI 164

 

Al più presto sarà on line il programma definitivo della sei giorni di festival.
Inoltre rinnoviamo a tutti l'appuntamento per luglio a Villadose con
"Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty"

Voci per la Libertà è felice di presentare i nuovi lavori di due "suoi" gruppi che hanno vinto rispettivamente le edizioni 2004 e 2001 del
Concorso Musicale "Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty"!

 

RISERVA MOAC
"BIENVENIDO"
[UPR FOLK ROCK]

cover moac

13 tracce, frutto di un intenso lavoro di preparazione e di arrangiamento musicale sempre teso alla ricerca di soluzioni che sappiano comunicare un nuovo ed originale modo d'espressione.
13 tracce che raccontano i diversi modi di esprimersi, la contaminazione fra generi differenti, l'attenzione sugli argomenti di oggi e la grandissima voglia di stare fra la gente in uno sforzo comunicativo senza recinzioni.
"Bienvenido" è una panoramica che attraversa in maniera trasversale molti dei generi musicali conosciuti e molti degli influssi di altre culture, di sonorità e di ritmi lontani per origine geografica, ma che si avvicinano fino ad amalgamarsi ed armonizzarsi in questa particolare fusione che il gruppo stesso ama definire come Moac. La voglia di raccontare la propria visione del tempo in cui viviamo, di cantare le potenzialità di ognuno di noi, la sottile ironia che descrive lo status attuale delle cose sono gli elementi alla base di questo album, un invito a prendere posto in un villaggio costruito con cuore e sudore.
Un caloroso "Bienvenido" nella Riserva Moac.
Sito ufficiale: www.riservamoac.com

 

LIVIDO
"MAKE UP"
[AUTOPRODOTTO]

cover livido

"In questo secondo medioevo nulla e' mai stato cosi' canonico e ricco di falsa luce. Siamo in piena era "CLONAZIONE" ed "EVENTI SERIALI"!
[Iano - voce]
Noi di certo non abbiam inventato nulla di nuovo, ma in qualche modo cerchiamo perlomeno di mantenere viva la radice dell'albero della musica
della poesia e dell'amicizia, che si nutrono di sentimenti ed emozioni, che crescono cambiano progrediscono e regrediscono mutano a secondo dello stato d'animo, quasi in modo ingestibile, proprio cosi' come è la progressione dei nostri brani.
Per poter avere l'album dei Livido spedisci una fotocopia di un versamento in favore di Amnesty, Emergency o a qualsiasi altra associazione umanitaria di almeno 9 euro più le spese postali all'indirizzo: Iano Nicolò, P.zza V. Emanuele II, 18 -14039- Tonco (AT)
oppure presentalo ai loro concerti e avrai in omaggio il loro cd.
Sito ufficiale: www.livido.it

rapporto2005

 

Nel corso del 2004 i diritti umani di uomini, donne e bambini in ogni angolo del mondo sono stati disattesi o gravemente violati.

Gli interessi di natura economica, l'ipocrisia della politica e la discriminazione di cui è intrisa la società hanno continuato a infiammare i conflitti in ogni parte del mondo. La "guerra al terrorismo" è apparsa più efficace nell'intaccare i principi internazionali sui diritti umani che nel contrastare il fenomeno. Il Rapporto annuale di Amnesty analizza la situazione dei diritti umani in 149 paesi o territori.

Di questa nuova agenda, abbinata alla paralisi e all’indifferenza della comunità internazionale, hanno pagato le conseguenze innumerevoli migliaia di persone nelle crisi umanitarie e nei conflitti dimenticati che hanno contraddistinto l’anno passato.

 

Amnesty International presenta il Rapporto annuale 2005 e denuncia una nuova, pericolosa agenda per i diritti umani


I governi stanno tradendo la promessa di un ordine mondiale basato sui diritti umani e stanno portando avanti una nuova, pericolosa agenda. È la denuncia contenuta nel Rapporto Annuale 2005 (la versione italiana è pubblicata da EGA Editore), presentato oggi in numerose capitali del mondo.

 

“Nel corso del 2004, i governi non hanno mostrato leadership morale e di questo fallimento devono essere chiamati a rispondere” – ha dichiarato Paolo Pobbiati, presidente della Sezione Italiana di Amnesty International. “Hanno tradito i loro impegni in materia di diritti umani e stanno promuovendo una nuova agenda in cui il linguaggio della libertà e della giustizia viene usato per portare avanti politiche di paura e insicurezza”.

 

“Le immagini delle decapitazioni degli ostaggi in Iraq, il sequestro di migliaia di persone, tra cui centinaia di bambini, nella scuola di Beslan e il massacro di centinaia di pendolari a Madrid hanno scioccato il mondo” – ha aggiunto Pobbiati. “Ciò nonostante, i governi non hanno voluto ammettere la mancanza di successo nella lotta al terrorismo, portando avanti strategie fallimentari ma politicamente convenienti. Quattro anni dopo l’11 settembre, la promessa di rendere il mondo un luogo più sicuro rimane vana”.

 

Tra le sfide legali alla nuova agenda, vanno ricordati i giudizi della Corte suprema Usa sui detenuti di Guantánamo e la decisione della Camera dei Lords britannica sulla detenzione a tempo indeterminato, senza accusa né processo di “presunti terroristi”. La pressione dell’opinione pubblica ha dato vita alla protesta di milioni di persone in Spagna contro gli attentati di Madrid, alle rivolte popolari in Georgia e Ucraina e a un crescente dibattito sul cambiamento politico in Medio Oriente.

 

“Sempre di più, la doppiezza dei governi e la brutalità dei gruppi armati vengono contrastati dalle sentenze giudiziarie, dalla resistenza popolare, dalla pressione pubblica e dalle iniziative di riforma delle Nazioni Unite. La sfida per il movimento dei diritti umani è di accrescere il potere della società civile e spingere i governi a mantenere le loro promesse sui diritti umani” – ha concluso Pobbiati.

 

Per maggiori info: www.amnesty.it

logo meifest

Lo scopo della Associazione MEI Fest è quello di promuovere la collaborazione fra tutti i festival del circuito e sviluppare un atteggiamento cooperativistico tra questi, contribuendo alla promozione dei festival aderenti e delle bands ad essi segnalati.

Il tesseramento alla associazione serve a supportare il lavoro di ordinaria rappresentanza dell'associazione, quali attività di ufficio stampa e di promozione, ed in particolare ad organizzare attività correlate come ad esempio il MEI TOUR, che raccoglie le migliori band segnalate dai principali festival aderenti al circuito MEI, nonché a garantire la visibilità del vostro festival sul sito di riferimento del MEI  www.audiocoop.it

L'adesione alla Associazione "MEI FEST" è fissata per l'anno 2005 in una quota di 10 euro da inviare alla:

 

Associazione "MEI FEST"
Via Della Valle 71
48018 Faenza (RA)

 

per riceverne in cambio l'attestato (tessera) di iscrizione.
L'iscrizione può essere effettuata anche tramite bonifico bancario:

 

Sede Centrale della Banca di Romagna di Faenza
Corso Garibaldi 1
intestato a Giordano Sangiorgi
al n. di c/c 7560 -6
CAB:23704 ABI:06 205 CIN:J

indicando sulla causale il nome del festival di riferimento.


IMPORTANTE:

 

Si comunica che è  stata accettata una nuova convenzione AudioCoop/Siae che permette ai festival per band e artisti emergenti  aderenti al Circuito del MeiFest e ai festival organizzati dalle indies aderenti ad AudioCoop di avere uno sconto del 15% da applicarsi sui compensi fissi in vigore dovuti per le manifestazioni musicali gratuite.
A breve si conosceranno le modalità con cui si potrà usufruire dello sconto previsto.
Secondo quanto stabilito nella convenzione, la Siae rinuncia, sommando tutti i festival interessati, a una parte rilevante di introito che attraverso AudioCoop resta a favore della crescita e dello sviluppo della musica giovanile emergente e quindi del vivaio musicale del nostro paese.
Quindi preghiamo tutte le etichette e i festival interessati ad usufruire di questa possibilità a inviarci il prima possibile i dati dei festival e i dati dell'associazione/ente/società organizzatrice che si occupa concretamente delle pratiche Siae per il festival stesso.
Si comunica inoltre che per usufruire di questa agevolazione è indispensabile rinnovare la propria adesione ad Audiocoop e/o MeiFest per l'anno 2005.

 

Presidente MEI Fest
Lionello Michele

 

Per tutte le info:

Ass. Audiocoop - Mei Fest

c/o Materiali Musicali

Via della Valle 71 - 48018 Faenza (Ravenna)

Tel / Fax  0546 24647

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy