Oltre 30 artisti del festival “Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty” festeggiano il 59° compleanno di Amnesty International con “Pane e coraggio” il brano di Ivano Fossati Vincitore del Premio Amnesty International Italia sezione Big nel 2004.

Un brano emozionante e significativo per un interpretazione corale di grande qualità nonostante sia stata realizzata in casa durante il periodo della pandemia da Covid-19

Il brano è a sostegno di #nessunoescluso la campagna per il diritto alla salute che deve essere garantito anche a chi non ha un'assistenza sanitaria adeguata, a chi non ha una casa o vive in condizioni di precarietà.

Sostieni Amnesty International Italia tramite bonifico bancario intestato a Amnesty International – Sezione Italiana, via Magenta 5, 00185 Roma. C/C IT 69 Y 05018 03200 000010000032 – presso Banca Popolare Etica
o sul sito www.amnesty.it/nessunoescluso/#dona e www.amnesty.it/sostienici

Produzione: Associazione Voci per la Libertà - www.vociperlaliberta.it
Direzione artistica: Michele Lionello
Segreteria organizzativa: Martina Manfrinati
Mix & Mastering: Marco Malavasi - www.sonicdesignmusic.it
Montaggio video: Andrea Artosi – www.studioartax.com

LE STELLE DI VOCI PER LA LIBERTÀ SONO

Parte strumentale Grace N Kaos con: Cristiano Tomiato - Piano e Synth, Davide Pelà – Chitarra, Federico Andreotti – Basso, Massimo Tabacchin - Drum pad e Stefano Sottovia – Chitarra.

Parte vocale:
Adolfo Durante, Anna Luppi, Assia Fiorillo delle Mujeres Creando, Carlo Valente, Chiara Patronella, Michele Mud, Cloud, Danilo Ruggero, Davide Noseda de Les Fleurs des Maladives, Eleonora Betti, Elisa Erin Bonomo, Fabrizio “Pachamama” Russo dei Riserva Moac, Francesco Mucè dei Loren, Gianluca Casazza dei Grace N Kaos, Giorgio Barbarotta, Giovi, Giulia Ventisette, Giulio Wilson, Kumi Watanabe, Leo Miglioranza e Alberto Cendron dei Do’Storieski, Marcondiro, Massimo Francescon, Maurizio Zannato dei Marmaja, Michela Grena dei Wicked Dub Division, Riky Anelli, Roberto Cossu Cortejanas dei Golaseca, Totò Nocera de Pupi di Surfaro, Valentina Benaglia de La Malaleche.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy