Gli artisti che partecipano al contest del Premio Amnesty International Italia, sezione Emergenti, del nostro festival hanno l’opportunità di diffondere la propria musica e al contempo sostenere i diritti umani. Grazie all’esperienza maturata in oltre vent’anni possiamo offrire molte opportunità agli artisti che arrivano in finale.

Con il brano "Quello che io non so" sono loro primi semifinalisti di Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty.

È “Salvagente”, il brano di Roy Paci & Aretuska con il rapper Willie Peyote, ad aggiudicarsi il Premio Amnesty International Italia, sezione Big, come miglior brano sui diritti umani del 2018. In questo caso un brano sull’integrazione.

Al via le votazioni per il Premio Web Social, riservato agli artisti che si sono iscritti entro il 16 marzo alla 22a edizione del festival Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty.

Procedono benissimo i laboratori de L’Arte per i diritti umani per il terzo anno consecutivo, con alcune bellissime novità!

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy