Al Teatro Ariston di Sanremo assieme a Lo Stato Sociale, Elisa, Zucchero, Cristicchi e tanti altri.

Come annunciato a luglio, il disco della 20a edizione del festival “Voci per la libertà – Una Canzone per Amnesty” ha vinto la Targa Tenco 2018 nella categoria “Album collettivo a progetto”, una importante affermazione che arriva proprio nei vent’anni del festival e in una edizione del Premio Tenco dedicata ai Migranti (il titolo è, per la precisione, “Migrans - Uomini, idee, musiche”). La rassegna, in programma dal 18 al 20 ottobre a Sanremo, vede fra gli artisti ospiti Lo Stato Sociale, Elisa, Zucchero, Simone Cristicchi e Neri Marcorè.

Voci per la Libertà sarà rappresentata dal suo direttore artistico Michele Lionello che ritirerà il premio nella serata di sabato 20 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo. Nella stessa giornata, alle ore 12, nella sede del Club Tenco, all’ex magazzino ferroviario, ci sarà una conferenza stampa con i vari vincitori delle Targhe Tenco che verrà aperta da un live acustico di Carlo Valente, che si è aggiudicato il Premio Amnesty International Italia, sezione Emergenti, nel 2017 ed è presente nell’album di Voci per la Libertà premiato in questa occasione.

michele lionello web

carlo valente
A sottolineare la grande soddisfazione è lo stesso Lionello: “Per noi è un importantissimo riconoscimento dell'impegno artistico di vent'anni a fianco di Amnesty International Italia per promuovere la musica di qualità e i diritti umani. Un ulteriore stimolo per continuare in questa direzione”.

L’associazione “Voci per la libertà” vuole condividere il premio con Amnesty International Italia e con i partner storici MEI (che ha collaborato alla realizzazione del Cd) e Rete dei festival, e vuole ringraziare chi ha sostenuto il progetto, MiBACT e SIAE, quest’ultima nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”. Ma la condivisione, oltre che un grande ringraziamento, è anche ovviamente per gli artisti presenti nell’album, che hanno festeggiato con “Voci” i vent’anni di festival, e simbolicamente anche per tutti quelli saliti sul palco in due decenni. Un plauso quindi a tutti gli artisti che compongono l’album: Nada Malanima, Carlo Valente, Diodato, Elisa Erin Bonomo, The Bastard Sons of Dioniso, Amarcord, Giovi, Nevruz, Anna Luppi e Tukurù.

QUI IN STREAMING TUTTO IL DISCO
slide compilation
Molte intanto le iniziative in cantiere dell’Associazione per gli ultimi mesi di quest’anno, in cui ricorre il 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani. A breve verrà pubblicato il videoclip di “Gnanzou”, il brano dei Pupi di Surfaro vincitori del Premio Amnesty International Italia, sezione Emergenti, a Voci per la Libertà 2018; a novembre è in programma una cena/spettacolo per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, mentre a dicembre si terranno due grandi eventi a Roma e Rovigo per festeggiare i settant’anni della Dichiarazione con tantissimi ospiti. Sono in via di realizzazione anche due importanti produzioni che verranno presentate proprio in occasione di questi eventi: il disco di Voci per la Libertà 2018, con tutti i big e gli emergenti dell’ultima edizione del festival, e, grazie ad Arte per la libertà (il festival della creatività per i diritti umani) un libro illustrato da giovani artisti italiani proprio sulla Dichiarazione universale dei diritti umani.

tencoprogIl cast della 42a edizione del “Tenco” è particolarmente ricco e di livello: si alterneranno generi e stili musicali differenti, ma sempre sotto il segno autentico della canzone d’autore con tantissimi musicisti per una tre giorni che conta oltre 24 artisti in cartellone e altri attesi negli incontri pomeridiani. Con una novità: per la prima volta lo storico presentatore Antonio Silva sarà affiancato da un “collega” d’eccezione: l’eclettico cantautore Marco Castoldi, alias Morgan. In linea con la decisione del Club Tenco di dedicare al tema “Migrans - Uomini, idee, musiche” tutte le iniziative del 2018, anche le scelte artistiche dell’edizione vanno in questa direzione. È stato prediletto, quindi, un cast che ha un legame forte con le «migrazioni», nel senso più ampio del termine.

Il programma del Premio Tenco si articolerà in tre serate presso il Teatro Ariston di Sanremo:

Giovedì 18 ottobre: sarà Elisa l’artista che quest’anno canterà la storica sigla di apertura del Premio Tenco, a ottant’anni dalla nascita dell’artista che dà il nome alla rassegna. Durante la prima giornata è atteso sul palco anche Zucchero, accompagnato dall’Orchestra giovanile di Sanremo. Quindi, Neri Marcoré insieme a Edoardo De Angelis, e poi il duo chitarristico “a sette corde” Papìa / Capurso: chitarra flamenca e chitarra elettrica a doppio manico. Ancora, uno dei gruppi rivelazione del 2018: Lo Stato Sociale. E, a concludere, la cantautrice siculo-belga Sighanda.

Venerdì 19 ottobre: tanti gli ospiti in questa seconda giornata del Premio Tenco. Ci saranno Simone Cristicchi e la giovane cantautrice Giua. E poi Alessio Lega, atteso anche in coppia con Frolova. A calcare il palco del Tenco sarà anche l’attrice teatrale Tosca, il cantautore lombardo Davide Van De Sfroos e il rapper, amatissimo dal pubblico giovane, Willie Peyote. Il 19 ottobre sarà inoltre la giornata di Carlo Petrini, a cui sarà consegnato il Premio Tenco operatore culturale.

Sabato 20 ottobre: l’ultimo giorno vedrà la premiazione di Adamo. È atteso anche Pippo Pollina. Quindi, la giornata sarà interamente dedicata ai vincitori delle Targhe Tenco 2018: Motta, Giuseppe Anastasi, Mirkoeilcane, Fabio Cinti, Francesca Incudine e il progetto “Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty”.

Sono aperte le prevendite di cui è stato abolito il diritto di prevendita, quindi i biglietti hanno lo stesso prezzo sia in prevendita che al botteghino.

Per info www.clubtenco.it; www.premiotenco.it; www.aristonsanremo.com

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy