Arte per la Libertà, il festival della creatività per i diritti umani inaugura la stagione estiva con un'imperdibile rassegna teatrale.

Tre irrinunciabili appuntamenti con spettacoli dai temi importanti e purtroppo troppo attuali, a partire dalla violenza sulle donne con I monologhi della vagina, passando poi per la caduta del muro di Berlino con Il muro che si rivela essere anche paradigma delle barriere date dall'intolleranza odierna. Infine, saranno di nuovo protagonista l’universo femminile con Donne perdute, spettacolo che porta in scena un argomento spesso tabù nella società odierna come la prostituzione.

Tre rappresentazioni volte sì a sensibilizzare lo spettatore perché questi temi possano lasciare un segno in chi guarda e ascolta. Un compito tutt'altro che semplice quello degli attori, che dovranno, attraverso le loro abilità interpretative, invitare il pubblico alla riflessione.

Cornici di queste rappresentazioni saranno tre location suggestive: la zona golenale di Villanova Marchesana, palcoscenico naturale; l'intima piazza di San Bellino e infine la scenografica Villa Morosini di Polesella.

 

I MONOLOGHI DELLA VAGINA
DOMENICA 24 GIUGNO | VILLANOVA MARCHESANA (RO)
AREA GOLENALE LA PIARDA, ore 21.00
In collaborazione con il Comune di Villanova Marchesana

vagina2Con humor ed un pizzico di trasgressione, la Vagina prende la parola per raccontare e raccontarsi attraverso monologhi fantasiosi, irriverenti, divertenti e a volte persino drammatici, ma tutti rigorosamente reali. Tratto dall’omonima opera di Eva Ensler, le attrici non professioniste portano in scena le oltre 200 interviste fatte a donne che parlano soprattutto di violenze subite, temi purtroppo ancora di estrema attualità. Compito delle attrici sarà quello di coinvolgere il pubblico portandolo a riflettere su questioni delicate e dolorose, ma anche di provare a strappare qualche sorriso parlando con spontaneità di sesso e relazioni.

 

IL MURO
di MARCO CORTESI e MARA MOSCHINI
SABATO 7 LUGLIO | SAN BELLINO (RO)
PIAZZA ALDO MORO, ore 21.00
In collaborazione con il Comune di San Bellino

IlMuro
Una coppia di attori per narrare la storia delle migliaia di persone che con coraggio si misero di fronte al muro più famoso del mondo, sfidandolo. Attraverso quattro testimonianze tratte da storie vere, Marco Cortesi e Mara Moschini raccontano i destini di chi scelse di abbattere una barriera tanto reale quanto simbolica e ignobile, opponendosi al potere di un dittatura legalizzata anche a costo della propria vita, pur di vedere il proprio diritto di libertà rispettato e di poter dare ai propri figli un mondo migliore, senza frontiere.


DONNE PERDUTE
con Teatro Nexus
SABATO 14 LUGLIO | POLESELLA (RO)
Villa Morosini, ore 21.00
In collaborazione con il Comune di Polesella

nexusTratto da Lettere dalle case chiuse di Lina Merlin e Carla Barbeis, Donne perdute è l’adattamento teatrale di Daria Martelli che porta in scena le storie di dolore di sette donne la cui vita ruota attorno ad una professione, la prostituzione. Donne diverse, con una vita alle spalle differente, un presente in comune, un futuro incerto ma carico di speranza. Parlare di prostituzione a teatro non è più un tabù anzi, è un dovere: andare al di là della retorica e porsi degli interrogativi sui trascorsi e sulla realtà di queste donne, oltre che della società che alimenta questa violazione dei diritti della persona è compito delle attrici tanto quanto del pubblico, nessuno escluso.

 

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero


Arte per la Libertà, il festival della creatività per i diritti umani ha il sostegno di MiBACT e di SIAE,
nell’ambito dell’iniziativa "Sillumina" – Copia privata per i giovani, per la cultura.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy