È Giulia Ventisette, cantautrice fiorentina, la vincitrice del Premio Under 35 – 2018, il riconoscimento che va agli iscritti al concorso di età inferiore ai 35 anni. Anche quest’anno il contest è stato realizzato in collaborazione col portale Mescalina.it, che dedicherà uno speciale all’artista.

Questo premio vuole valorizzare la creatività giovanile alle tematiche della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Giulia entra così, grazie al premio, direttamente tra gli 8 semifinalisti del concorso Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty e si esibirà durante una delle serate del Festival, dal 19 al 22 luglio, a Rosolina Mare (RO).

Chi è Giulia Ventisette
Nasce a Firenze il 18.06.1987. Si appassiona alla poesia fin da giovanissima, vedendo la scrittura come una sorta di "missione". Nel 2012 decide di associare la sua indole poetica alla musica, cominciando a comporre i primi brani in collaborazione con altri artisti della scena musicale fiorentina. Con lo studio del pianoforte e della chitarra si rende ben presto indipendente, riuscendo a realizzare autonomamente i suoi brani e ottenendo grandi soddisfazioni e riconoscimenti.

Il brano vincitore: Tutti Zitti

Ci hanno insegnato tante cose
Siamo tutti intellettuali di paese
Studiare ti regalerà il successo
E una laurea vale più del tuo buonsenso
Ci hanno rivelato i numeri vincenti
E venduto l’anima ai serpenti
Siamo prigionieri col contratto in mano
Per la firma usiamo inchiostro col veleno
È vietato anche esprimere una semplice opinione
Siamo docili pedine schiavi di una posizione
Anestesia da posto fisso, futuro organizzato
La verità è che ci hanno ipnotizzato
Tutti zitti, tutti zitti…
Tengo stretti i miei doveri mentre ho perso tutti quanti i miei diritti
Tutti zitti…
Ci costringono a sorridere per non farci capire che siamo stati già sconfitti
Ci hanno insegnato tante cose
Che al guinzaglio in fondo non si sta poi male
Non c’è il rischio di sbagliare
Non c’è il rischio di rispondere alle offese
È vietato anche pretendere rispetto
Viviamo dentro una sala d’aspetto
E son rimasta sola a fare la rivoluzione
Chiusa dentro questa stupida prigione
Tutti zitti, tutti zitti…
Tengo stretti i miei doveri mentre ho perso tutti quanti i miei diritti
Tutti zitti…
Ci costringono a sorridere per non farci capire che siamo stati già sconfitti
Noi non siamo schiavi di nessuno
E anche mentre vado a fondo
Voglio difendere i miei sogni uno ad uno
Tutti zitti, tutti zitti…
Tengo stretti i miei doveri mentre ho perso tutti quanti i miei diritti
Tutti zitti…
Ci costringono a sorridere per non farci capire
E stiamo zitti…tutti zitti

 Il video ufficiale della canzone

Sito: www.giuliaventisette.webnode.it
Pagina Ufficiale Facebook: www.facebook.com/giulia.ventisette/

 Complimenti quindi a GIULIA VENTISETTE, che insieme alle MUJERES CREANDO, vincitrici del Premio Web Social 2018 e agli altri sei gruppi che verranno selezionati dalla giuria interna, andranno sul palco di Rosolina Mare il prossimo Luglio!

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy