Ecco in anteprima il videoclip de “Voglie parlà”, canzone degli ‘A67 vincitori del Premio Una Canzone per Amnesty a Voci per la Libertà 2006. Il videoclip prodotto screenshot A67 2dall’Associazione Voci per la Libertà anticipa l’uscita della compilation 2006 prevista per i primi mesi del 2007. “Pcchè ‘a verità
è nu muro ca nu pò zumpà”: la verità è un muro che non puoi  saltare, se il muro è quello dell’omertà, del silenzio sui “fatti come stanno”, delle divisioni fra popoli e dei mancati diritti individuali. Il nuovo video degli ‘A67, giovane band funkyrock napoletana, è stato realizzato a seguito della vittoria di “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty 2006” e “Voglie parlà” parla proprio di questo: di muri e della voglia di parlare per superarli e sconfiggerli.
Il brano è parte di un’opera più ampia, tratto infatti dal loro disco d’esordio “’A camorra song’io” (Polosud records), un concept-album interamente dedicatscreenshot A67 3o alla realtà da cui provengono i cinque musicisti, Scampia e dintorni, ovvero la periferia nord di Napoli nota per la faida fra band camorriste e quale supermercato della droga.
Il suo urlo lacerante “in un’Europa che si è unita ma in cui la gente muore ancora per strada ogni giorno” ha vinto quest’estate il prestigioso festival villadosano realizzato assieme ad Amnesty International (con cui gli ‘A67 collaborano molto, anche con lo spettacolo “Alien’azione. Dallo spazio periferico dritti al centro”), e, per la regia di Stefano Bertelli, ha scelto di svilupparsi in un puzzle di immagini del gruppo intrecciate a quelle di muri tristemente famosi, fra cui si riconoscono quello fra Israele e Palestina, quello di Berlino e di Belfast, quello fra Messico e Stati Uniti e quello di via Anelli screenshot A67 4a Padova.
Muri di separazione nel mondo e di omertà in Italia (la pesante coltre con cui la Camorra soffoca e stritola la Napoli che da anni raccontano gli ‘A67), e per contrasto un ulteriore elemento che compare ad intervalli, simbolo invece della voglia di farsi sentire sopra e nonostante tutto: un megafono, ma abbandonato qui e lì, fra cartoni rovi e bidoni, nella vecchia fornace di Villadose dove è stato girato il clip.
E dopo tre minuti e mezzo in cui ci si ritrova spesso a cantare davanti ad un muro scrostato, “su cui sbatti la testa per capire come fare a campare”, la band esce all’aria aperta lasciandosi alle spalle lo spazio angusto e degradato della fornace e raccogliendo da terra il megafono, mentre si dipana il ritornello “nessuno vuole accettare questa realtà, nessuno vuole sentire la verità di chi si è stancato di sognare soltanto” - quasi un loop di rabbia vitale e propositiva, marchio di fabbrica degli ‘A67.

 

{wmv}A67 - Voglie parla{/wmv}

Guarda il Videoclip

Brano:
Voglie parlà
Artista:
‘A67 – Vincitori“Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty 2006”
Regia:
Stefano Bertelli
Produzione artistica:
Seenfilm
Produzione:
Associazione Culturale Voci per la Libertà

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy