La XIII Edizione di Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty! Una grande edizione, con importanti nomi della scena musicale, e non solo, italiana, con grandi contenuti e riconoscimenti di assoluto valore, con un impatto mediatico incredibile!!

Siamo onorati ed orgogliosi di annunciare che Voci per la Libertà ha ottenuto il plauso del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA con il conferimento della medaglia quale premio di rappresentanza: un’onorificenza espressione del vivo apprezzamento di Napolitano nei confronti della manifestazione.


 

Il Commissario per i Diritti Umani del Consiglio d’Europa Thomas Hammarberg ci ha omaggiati con un saluto di stima ed incoraggiamento a far crescere in dimensione europea il festival.
Dedichiamo tali importanti riconoscimenti a tutti gli artisti partecipanti al festival e a tutti coloro, volontari in primis che da 13 anni ci sostengono nella realizzazione delle nostre attività. Interpretiamo queste dichiarazioni come premio alla costanza e alla passione che contraddistinguono Voci per la Libertà, sarà pungolo a mantenere l'impegno nel proseguimento del Festival e delle attività si promozione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

 

Ad amplificare la voce del festival, oltre ai tradizionali mediapartner, avremo a nostro fianco il Segretariato Sociale della Rai e nello specifico le telecamere e i microfoni di “Uno Mattina” di Rai1, del Tg3 Nazionale e di Radio1, che realizzeranno dei servizi sulla manifestazione.


LA CAMPAGNA DI AMNESTY INTERNATIONAL: IO PRETENDO DIGNITA'
La povertà non è né naturale né inevitabile. La povertà non è solo relativa alla mancanza di risorse ma soprattutto ai comportamenti e alle decisioni di chi detiene il potere. Le persone che vivono in povertà sperimentano la loro condizione come mancanza di reddito ma anche, in modo molto forte, come una combinazione di deprivazione, insicurezza, esclusione e impotenza. Con questa campagna Amnesty intende porre i diritti umani al centro della lotta contro la povertà, perché proteggere i diritti di chi vive nell’indigenza non è solo un'opzione: è un elemento essenziale di qualunque soluzione.

 


L'APPELLO
Amnesty International chiede alle autorità keniote di porre fine immediatamente agli sgomberi forzati  e di assicurare che il Kenya adempia ai suoi obblighi relativi al diritto a un alloggio adeguato:
nella sola Kibera, il più grande insediamento di Nairobi, risiede fino a un milione di persone, stipato su 550 acri di terra fradicia, a cavallo della principale linea ferroviaria. La maggior parte di esse riesce a stento ad affittare una baracca di fango o di legno senza servizi igienici né acqua corrente.


 

LE MOSTRE FOTOGRAFICHE
Presso il Municipio di Villadose saranno allestite due mostre fotografiche: una sulla pena di morte che si intitola "La camera scura" e una sui rom che si intitola “La risposta sbagliata”.

 

LA RISPOSTA SBAGLIATA
“Vorrei vivere in un posto migliore dove un essere umano possa vivere”


LA CAMERA SCURA
Una mostra fotografica di Amnesty International contro la pena di morte

Questa mostra si inserisce nell’ambito della campagna di Amnesty International (((Io pretendo dignità))), che affronta le violazioni dei diritti umani subite da chi vive negli insediamenti abitativi precari e nella campagna contro la discriminazione in Europa che promuove l’accesso ai diritti sociali economici e culturali dei rom in Europa.
L'autore delle foto di questa mostra è Christian Minelli esono state scattate nel campo rom Casilino 900, prima e dopo lo sgombero, avvenuto a febbraio 2009

 


13 artisti, attrici e attori posano nelle 12 fotografie de “La camera scura", sostenendo la campagna contro la pena di morte nel mondo: Luca Argentero, Giulia Bevilacqua, Carolina Crescentini, Sabrina Impacciatore, Peppino Mazzotta, Giulia Michelini, Ana Caterina Morariu, Filippo Nigro, Lara Okwe, Vittorio Emanuele Propizio, Primo Reggiani, Dino Santoro e Gianmarco Tognazzi.
Le fotografie sono di Angelo Di Pietro e la direzione artistica di Mario Vaglio.





GLI INTERVENTI LIVE DI LUIGI MARANGONI
L’attore Luigi Marangoni nelle serate di sabato e domenica realizzerà degli interventi su eventi significativi e discorsi famosi sul tema dei diritti e della libertà oltre a presentare una videoinstallazione e un documentario realizzati presso la nella Casa Circondariale di Rovigo.
Luigi Marangoni nasce a Rovigo nel 1972. Si diploma alla Bottega Teatrale di Vittorio Gassman di Firenze, nel 1993, con il maestro Paolo Giuranna. E' protagonista in Italia, in Spagna e in Croazia, di spettacoli di autori classici e contemporanei, collaborando con Teatri Stabili (Trieste, Genova, Rijeka Teatro Ivan Zajc - Dramma Italiano, Helche, Bologna, Roma, Firenze, Padova), Festival e Compagnie di teatro di ricerca (Volterra Teatro, Teatro del Lemming, Flux Laboratory di Ginevra). Per due anni è presidente del progetto internazionale di attori "Il Cervo Disertore" di Venezia, diretto da Naira Gonzalez (Odin Teatret), con il quale svolge un allenamento quotidiano fisico e vocale. Per quattro anni è direttore artistico con Livia Carmignani del Teatro Mistral, realizzando, tra l'altro, lo spettacolo-evento "Intra Rubens" per "Genova 2004 Capitale Europea della Cultura", con la regia di Gabbris Ferrari. Collabora in modo continuativo con il Teatro Garage di Genova in campo didattico-spettacolare e con Enti di Formazione, Scuole e Istituti di Pena, anche nel campo del teatro e disabilità.

PATRIOCINI
Il festival è un’iniziativa di: Associazione Voci per la Libertà, CRG Villadose, Comune di Villadose, Provincia di Rovigo e Regione del Veneto. Avremo l’onore del saluto del Commissario per i Diritti Umani del Consiglio d’Europa Thomas Hammarberg (nella foto), il Patrocinio e la presenza del Centro Diritti Umani dell’Università di Padova. Il Patrocinio del Segretariato sociale della Rai.

 

 


 

 


IL GIARDINO DEI DIRITTI
Ludoteca VXL: Il gruppo CTG Villagiò di Villadose organizzerà uno spazio all’interno del festival dove i più piccoli possano trovare momenti dedicati a loro.
Attraverso giochi da tutto il mondo, disegni e laboratori creativi si affronterà in maniera giocosa il tema della solidarietà e dei diritti umani.

Anche quest'anno il megafono di Voci per la Libertà Una Canzone per Amnesty è pronto ad amplificare i valori della Dichiarazione universale dei diritti umani. Lo farà attraverso la musica e non solo, con il concorso che selezionerà il vincitore del Premio Amnesty Italia Emergenti tra nove artisti in erba, con ospiti come l'indie rock band HEIKE HAS THE GIGGLES, l'ensemble pop PERTURBAZIONE, la cantautrice PAOLA TURCI, lo scrittore NICOLAI LILIN e la vincitrice del Premio Amnesty Italia 2010, CARMEN CONSOLI, che riceverà il riconoscimento direttamente dalla presidente di Amnesty Italia, Christine Weise, chiudendo ancora una volta il cerchio virtuoso di musica, parole e idee.
La conduzione è affidata a
SAVINO ZABA (Radio2) e GIANLUCA POLVERARI (Radio Città Aperta).

 

Ecco a voi il programma di Voci per la Libertà, comprendente i nove artisti selezionati, che si contenderanno il prestigioso Premio Amnesty Emergenti:

 

GIOVEDI 22/07

Ore 20.30 Anteprima: Sangue & Inchiostro

Ore 21.30 SEMIFINALI CONCORSO

PRHOME (hip hop latino - Rovigo)
GIORGIO BARBAROTTA (rock-folk d'autore - Treviso)
ALBERTO DESPINI (rock - Bologna)
+
Headliner - HEIKE HAS THE GIGGLES
da Solarolo (Ra) una delle proposte più originali di questo 2010, travolgente indie rock ad opera di un sorprendente trio di ventenni.



VENERDI 23/07

Ore 20.30 Anteprima: Artcore Machine

Ore 21.30 SEMIFINALI CONCORSO

CORIMÈ (world music - Trapani)
BANDA FRATELLI (rock'n'roll da salotto - Cuneo)
NEODEA (rock - Milano)
+
Headliner - PERTURBAZIONE
l'atteso ritorno del gruppo piemontese, da poco nei negozi con "Del nostro tempo rubato", album che li conferma tra le migliori realtà del nostro pop rock d'autore.



SABATO 24/07

Ore 20.30 Anteprima:

NICOLAI LILIN


(autore di "Educazione siberiana" e "Caduta libera") con Japanese But Goodies

Ore 21.30 SEMIFINALI CONCORSO

THISORDER (alternative rock - Ischia)
PICCOLA ORCHESTRA KARASCIÒ (folk cantautorale - Bergamo)
CAROTE SBRICIOLATE (elettro-dub-rock - Roma)
+
Headliner - PAOLA TURCI
la cantautrice romana ritorna sul palco di Villadose, dove nel 2006 ha ricevuto il Premio Amnesty Italia.



DOMENICA 25/07

Ore 18.30 c/o Municipio di Villadose
DJ Set + conferenza stampa PAI 2010 con:

Carmen Consoli, vincitrice Premio Amnesty Italia con il brano “Mio Zio” Christine Weise, presidente della Sezione Italiana di Amnesty International

Ore 20.30 Anteprima: Marcello Ubertone

Ore 21.30 FINALE PREMIO AMNESTY EMERGENTI con i migliori 5 artisti
+
CARMEN CONSOLI, vincitrice Premio Amnesty Italia 2010



INIZIO CONCERTI ORE 21.30 – Ingresso Libero

LOCATION CONCERTI c/o Stadio Rugby Villadose, Via Pelandra - Villadose (Ro)

Tutte le sere: Maxischermo – Area associazioni - Mercatino - Bar – Paninoteca – Ristorante

Voci per la Libertà sostiene la campagna di Amnesty International





Con il patrocinio del Segretariato Sociale Rai



Una iniziativa di:
Associazione Culturale Voci per la Libertà - Sezione Italiana Amnesty International
Centro Ricreativo Giovanile - Comune di Villadose - Provincia di Rovigo

Con il supporto di:
Audiocoop - Rete dei Festival - Glitter & Soul - Suono e Immagine - Europrint
immaGinaria - Federazione Italiana Organizzazione Festival d'Autore
Club House “A. Fornasiero” Media Partner Freakout - Mescalina - Freequency - Jam
Rockit - Mucchio - Radio Base - Ecoradio - Lascena - ViaVaiNet - Telestense


La prima volta: Come saperlo!? E' la prima volta. I sogni, le esigenze si calibrano col tempo. Ma la prima volta no. Lo fai, ma non puoi sapere esattamente com'è. Sicuramente non ti tradisci, hai pensato e ripensato tanto, cercando di mettere bene a fuoco i particolari, sicuro che nel momento della realizzazione l'emozione sarebbe stata un elemento pericoloso, in grado di far perdere di vista la strada maestra. L'esperienza aiuta, ma l'inizio è un brivido; magico.

Questo è quello che stanno vivendo i Terzobinario con 'La prima volta', disco d'esordio dopo anni trascorsi a migliorare per arrivare preparati all'oggi. Pronti. Rock&melodia. Non da soli, ma con molti amici (Voci per la Libertà, Amnesty e Glitter&Soul incluse) pronti a dare l'aiuto che si meritano per quello che suonano, per quello che scrivono, per quello che sono.E ora che l'opera prima c'è, il gruppo mantovano prende in mano strumenti e borsoni e torna a calcare i palchi con:
Le piramidi - 'Possiamo muoverci, siamo le basi delle piramidi, abbiamo vertici infondo instabili'
Scivolando piano - 'Cos'è un regime totalitario? Uno solo che vede il mondo al contrario e tutti gli altri lo prendono sul serio'
La prima volta - ''Il corpo impara, il tempo migliora. Il primo bacio, la primavera'
La violenza - 'La violenza scivola all'interno di strutture, regole invisibili che oscurano la mente'
Portami via - 'La felicità è dietro l'angolo, ma rimango fermo in mezzo al traffico'
Come uragano - 'Le solitudini si allargano per penetrarsi. Gli spazi vuoti si riempiono per sostenersi'
L'equilibrista - 'Cadendo ho appreso ad essere un equilibrista discreto; cadere ormai non lo tempo ed è questo il mio grande segreto'
Via con me (Paolo Conte) - 'I dream of you... chips, chips, du-du-du-du'
Ciò che non comprendo - 'La mia mente non saprà mai arrivare e non comprenderà mai tutto, ma si limita ad una parte e sceglierò che fare e sceglierò se dare il resto alla paura oppure allo stupore'
Sono stanco - 'Grido almeno mi sfogo di fronte all'ignoranza che avanza col nuovo è diventa un modello'
Rights Here! Right Now! - 'Nothing's left without rights...' (brano vincitore della XII edizione di Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty)
TERZOBINARIO
Vincitori di Voci per la Libertà
Una Canzone per Amnesty 2009
pubblicano
"LA PRIMA VOLTA"
su etichetta CinicoDisincanto
e distribuzione Halidon
10.09.2010

 


Minibio:
Il Terzobinario è quello che rifiuta la divisione del mondo fra bianchi e neri, fra buoni e cattivi, fra amici e nemici; è quello della soluzione creativa, dello stupore nella quotidianità e della strada impossibile come possibilità. In musica rivendica la possibilità di trattare temi di carattere sociale, accompagnandoli a suoni che mescolino l'energia del rock e dell'elettronica alle melodie e alle armonie del pop; i testi sono vicini alla canzone d'autore.
Il progetto Terzobinario nasce nel 2003 in provincia di Mantova; al 2007 risalgono la pubblicazione di due brani in “Bands a New Adventure in Rock”, prima Compilation dell'etichetta Nopop di Guido Elmi, e l'inizio della collaborazione con Nicola Venieri (fonico di Vasco Rossi, Stadio, Skiantos, Le Mani e molti altri). Nel 2008 i Terzobinario danno alle stampe un demo di 5 brani e a maggio 2010 è pronto il primo album ufficiale "La prima volta" in uscita sull'etichetta CinicoDisincanto; il disco contiene "Rights Here Rights Now", brano che ha vinto il Premio Amnesty Emergenti alla XII edizione di Voci per la Libertà Una Canzone per Amnesty, consegnato ai Terzobinario dalla presidente di Amnesty Italia Christine Weise
www.myspace.com/terzobinario

Line up:
Michele Negrini (voce e chitarra elettrica)
Marco Malavasi (tastiere synth e programmazione elettronica)
Franco Manco (basso elettrico)
Gionata Tralli (batteria)

fiofaLa FIOFA, ovvero la Federazione che riunisce i Festival e le Organizzazioni della Canzone d’Autore, presenta RIVELAZIONI DELLA CANZONE D’AUTORE: l’iniziativa che la 27a edizione del Premio SPAZIO D’AUTORE ha voluto il 16 maggio prossimo in occasione del MUSIC ITALY SHOW per dare voce ad alcune fra le migliori proposte dei Festival italiani dedicati musica d’autore italiana di qualità.
L’iniziativa vede la prestigiosa collaborazione della Siae, ma anche di A.F.I. (Associazione Fonografici Italiani), del Coordinamento Nazionale degli Amici della Musica e di Disma Musica. In programma la consegna di premi a noti artisti per varie tematiche, il “Premio SIAE” alla carriera e il Premio AFI a un giovane emergente. Mentre il Premio FIOFA andrà ad un artista “per l’impegno sociale attraverso la musica”.

italyshowsE’ importantissimo ricordare che questo appuntamento è il primo di una lunga serie di iniziative in cui la FIOFA intende appoggiare la campagna di Amnesty International contro la povertà e la deprivazione (((IO PRETENDO DIGNITA’))). Convinti che nessuno più degli artisti che lottano per dare voce alla propria creatività debbano prima degli altri comprendere la tragedia di chi non ha nulla. Un evento che assume una grande importanza in un momento di crisi del settore e di polemiche per la mancanza di spazi promozionali, un successo del paziente lavoro svolto dalla FIOFA in favore della musica italiana.

Parteciperanno artisti selezionati dalle finali del Premio Poggio Bustone, Biella Festival, Spazio d’Autore (già premio Rino Gaetano),Premio Augusto Daolio, Golden Disc, Livorno Rock, Premio Donida, Voci dalla Piazza, Voci per la Libertà, Premio Lunezia, Christmas rock e proposte da produzioni affiliate come ISI Produzioni, R.Festa Campanile Produzioni. La coreografa Erminia Moscato porterà in scena un corpo di ballo di giovani talenti, del settore danza Fiofa, che presenterà in anteprima il musical “May be”.
Grandi ospiti completeranno lo spettacolo in momenti di emozione percorrendo anni di storia della musica, alcuni dei quali con la consegna dei premi Spazio d’Autore/Premio Siae, Premio Afi e Premio Fiofa.
Presentano Serena Boldrini e Stefano Baragli. Importante la presenza della televisione per un gustoso mix dedicato alla musica italiana del passato, del presente e del futuro.
Riprese di SKY BagTV canale 947.

 


Programma - inizio ore 17.15
presentano SERENA BOLDRINI e STEFANO BARAGLI
musical MAY BE – anteprima presentata dal settore teatro-danza Fiofa
ERMINIA MOSCATO compagnia AllShow
anteprima discografica presentata da Raffaelle Festa Campanile - CARMEN SERRA
Rivelazioni Canzone d’Autore 2009 Festival e Produttori Fiofa
KIND OF CAMILLA da Livorno Rock
CHRISTIAN CECCONI dal Golden Disc
VALERIA BARBATO da Voci dalla Piazza
TERZOBINARIO da Voci per la Libertà
FLAVIA MARRALI da Isi Produzioni di Mario Fabiani
ANDREA MANCHIERO dal Premio Donida
10 DIAZ da Christmas Rock produzioni
VANESSA TAGLIABUE YORKE da Biella Festival
MARCO SALTATEMPO da Premio Poggio Bustone
ABLATIVO ASSOLUTO da Spazio d’Autore (già premio Rino Gaetano)
LAURA BONO riceve premio FIOFA/Spazio d’Autore per l’impegno sociale attraverso la musica
PIETRUCCIO MONTALBETTI (DIK DIK) storia di grandi successi Presenta il suo libro
“I RAGAZZI DELLA VIA STENDHAL” riceve premio SIAE/SPAZIO D’AUTORE alla carriera
Consegna Premio AFI - Rivelazioni Canzone d’Autore Fiofa scelto tra i dieci partecipanti dal presidente Afi Leopoldo Lombardi
Chiusura sul palco “Together Forever” con gli OMELET e tutti gli artisti (ore 18.50)

Rights Here, Rights Now! è il titolo del brano che ha permesso ai Terzobinario di aggiudicarsi l'edizione 2009 di Voci per la Libertà-Una Canzone per Amnesty. Un gioco di parole che trasforma una espressione inglese (“ora e qui”) in un efficace slogan e un accorato appello: rispettare la difesa dei diritti umani. La comunanza di intenti con quello che è, da sempre, l'obbiettivo del concorso, è evidente: utilizzare il linguaggio globale e immediato della musica per comunicare il bisogno di preservare la dignità dell'uomo. Il primo articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani afferma che “tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”. I Terzobinario hanno hanno fatto loro questa necessità, insieme agli altri protagonisti di questa compilation in cui si intrecciano più generi, dal folk contaminato al pop, dal rock psichedelico a quello più melodico.

 

Oltre ai vincitori, vi troviamo gli altri cinque finalisti della manifestazione: i Garnet, che incitano a “bruciare le distanze che dividono”, i Legittimo Brigantaggio, che raccontano l'impotenza degli ideali di fronte alla logica della guerra, i Silvia's Magic Hands - i vincitori del Premio della Critica - che fanno loro e amplificano le umanissime lamentazioni di un soldato in “A Soldier's Lament”, i Cosmorama, che riportano a galla conflitti dimenticati nelle pieghe distratte dei media, i Telemark, che denunciano un'ossessione per la sicurezza sempre più pervasiva, più simile alla privazione di libertà individuale che all'opportunità di vivere in un mondo migliore.


Ciascuno con i propri mezzi artistici, tutti fermamente persuasi che la musica sia il mezzo espressivo attraverso cui veicolare rivendicazioni fondamentali. Il disco contiene dodici brani (due per ogni artista, di cui uno in concorso), è distribuito da Halidon in tutti i negozi di dischi ed è in vendita al prezzo di 10 euro.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tracklist completa:
01. "Rights Here! Rights Now!” - Terzobinario
02. “La Violenza” - Terzobinario
03. “Il gioco del mondo” - Legittimo Brigantaggio
04. “Mi lamento” - Legittimo Brigantaggio
05. “A Soldier's Lament” - Silvia's Magic Hands
06. “Eyes On The Prize” - Silvia's Magic Hands
07. “Strategie” - Cosmorama
08. “Inviolabile” - Cosmorama
09. “La sicurezza” - Telemark
10. “The Sun” - Telemark
11 . “Distanze” - Garnet
12. “Nulla da perdere” - Garnet

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy