scontri_200x106Persone che manifestavano pacificamente nei paesi dell'Unione europea sono state picchiate, prese a calci, raggiunte da pallottole di gomma e colpite dai gas lacrimogeni. Eppure, l'uso eccessivo della forza da parte delle forze di polizia non è soggetto a indagini né viene punito.

Pakistan_200Amnesty International ha definito un terribile atto di violenza l'attacco, rivendicato dai talebani del Pakistan, contro Malala Youzufzai, una ragazza di 14 anni che si batte per il diritto all'istruzione.

Chiou_Ho_shun_200x106"Spero che riusciate a salvarmi, ma se dovesse essere troppo tardi, vi prego di spargere le mie ceneri nel porto di Longfeng..."


the_lady_locandinaNei negozi è disponibile l'edizione in dvd e blu-ray di "The Lady", il film di Luc Besson sulla vita di Aung San Suu Kyi, leader dell'opposizione di Myanmar e premio Nobel per la pace.

 

"The Lady" racconta la vicenda umana e politica della leader birmana e premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, la figlia del padre dell'indipendenza della Birmania, leader della Lega nazionale per la democrazia e premio Nobel per la pace nel 1991.

 

Come la pellicola, anche il dvd e il blu-ray, prodotti da Koch Media, hanno il patrocinio di Amnesty International Italia. Nelle versioni destinate alla vendita, circa 9000 pezzi, saranno presenti un volantino informativo e un contenuto extra che aggiorna sulla situazione dei diritti umani in Myanmar.

 

Il 13 novembre 2010, Aung San Suu Kyi è tornata in libertà e all'impegno politico, dopo aver trascorso 15 dei 21 anni precedenti agli arresti domiciliari: dal 1989 al 1995, dal 2000 al 2002 e dal 2003 al 2010. Aung San Suu Kyi faceva parte di un totale di oltre 2200 prigionieri politici, in maggioranza prigionieri di coscienza, arrestati prevalentemente durante la cosiddetta "rivoluzione zafferano" del 2007. Centinaia di questi, alla data del rilascio di Aung San Suu Kyi, erano stati trasferiti in carceri lontane rendendo ancora più difficili le visite di medici, avvocati e parenti e numerose erano le denunce di tortura.

 

dassk

 

Restano in carcere 1000 prigionieri di coscienza, condannati sulla base di norme vaghe, utilizzate sovente dalle autorità birmane per criminalizzare il dissenso politico e detenuti in condizioni agghiaccianti, con cibo e servizi igienici inadeguati e senza cure mediche. Inoltre, da decenni, le autorità di Myanmar ricorrono alla detenzione per ridurre al silenzio ogni forma di opposizione, cercando di blandire la comunità internazionale mediante riduzioni di pena e limitate amnistie periodiche.

 

EDUCARE AI DIRITTI UMANI

Il film può servire come spunto per affrontare assieme alla classe tematiche importanti e complesse come la tutela della libertà di pensiero e di espressione e l'importanza di una attiva partecipazione alle vicende politiche e sociali del proprio paese. Il percorso didattico è rivolto a docenti della Scuola secondaria di II grado.

 

 

SCARICA IL PERCORSO DIDATTICO


 

 

GUARDA IL TRAILER DEL FILM

 

the_lady_screenshot

 

 

GUARDA IL VIDEOCLIP DI "PEACOCK"

la canzone di Elena Vittoria vincitrice del Premio "Una Canzone per Amnesty" a Voci per la Libertà 2008

 

peacock_screenshot

novadeaf_home_200I Novadeaf, vincitori di VOCI PER LA LIBERTÀ - UNA CANZONE PER AMNESTY danno alla stampe "Humoresque" e la manifestazione di Rosolina Mare (RO) produce con loro il video del singolo "Man On Fire".

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy