aperitivo1Grande successo per la partecipazione di Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty e Rosolina Mare al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza. Da oltre 10 anni c'è un grande legame tra Voci per la Libertà e il Mei, nel 2003 Voci per la Libertà ha ricevuto il premio come festival dell'anno e nel giugno di quest'anno un riconoscimento alla stessa manifestazione e agli enti che la supportano (Comune di Rosolina e Provincia di Rovigo) per l'impegno nel diffondere i valori contenuti nella Dichiarazione universale dei diritti umani.


Il 28 e 29 settembre si è rinnovato l'amicizia con una presenza di grande qualità di Voci per la Libertà al Mei di Faenza. E' stata una nuova occasione per far conoscere a livello nazionale l'evento e la splendida località turistica che lo ospita. Operatori del settore, musicisti, pubblico presente e centinaia di persone venute in fiera hanno avuto la possibilità di conoscere attraverso parole, immagini, suoni l'edizione dello scorso luglio, che ha avuto luogo a Rosolina Mare e Albarella!


Tutti gli appuntamenti programmati nella due giorni faentina hanno richiamato un vasto pubblico ed hanno riscosso grandi apprezzamenti. E' stata davvero una bella vetrina per la musica, per i diritti umani e per il nostro territorio.


Nel week end è stato allestito in Piazza del Popolo uno stand con tutti i materiali informativi di Voci per la Libertà, Amnesty International Italia e Rosolina Mare. E' stata presentata la campagna di Amnesty International Italia contro la discriminazione e per i diritti dei migranti, raccogliendo firme. Il direttore artistico di Voci per la Libertà Michele Lionello e il presidente della omonima associazione Giovanni Stefani sono stati impegnati inoltre in momenti formativi in ambito musicale all'interno del Campus Mei e del Mei d'autore.

 

mei 2013 1 mei 2013 2 presentazione festival


Il clou della manifestazione è stato sabato 28.
Siamo partiti alle 17.30 con lo showcase presso Palazzo Laderchi dei Syncage, vincitori del Premio della Critica 2013. Anche a Faenza i giovani musicisti vicentini hanno saputo catturare il pubblico con la loro tecnica e il loro coinvolgimento nel live.


Alle 18.00 presso la Galleria Molinella uno degli appuntamenti più attesi: la presentazione del festival con la presenza del Premio Amnesty Italia Enzo Avitabile, della rappresentante di Amnesty International Italia Rossella Conte, del Vicesindaco di Rosolina Daniele Grossato e del direttore artistico Michele Lionello. Ad aprire l'incontro la proiezione in anteprima del docufilm della edizione appena trascorsa realizzato da Ludovico Guglielmo e quella della premiazione dell'altro Premio Amnesty Italia 2013 Francesco Guccini. Al termine per presentare al meglio la location del festival, l'amministrazione Comunale di Rosolina ha organizzato un aperitivo con i prodotti tipici del Delta del Po. Un successo incredibile!

 


GUARDA IL VIDEO DI VXL2013

slide video

 

In serata presso il Teatro Masini Estate in Piazza Nenni spazio alla musica dal vivo con il live di Leo Miglioranza (Premio Amnesty Italia Emergenti 2013) e la consegna del Premio alla Carriera e concerto di Enzo Avitabile (Premio Amnesty Italia 2013). Le emozioni e la qualità non sono mancate.


Ecco la motivazione che ha accompagnato la consegna del Premio alla Carriera da parte del Mei ad Enzo Avitabile:
"Enzo Avitabile, sulle scene da oltre trent'anni, ha sempre dimostrato di essere un artista a tutto tondo, in grado di far tesoro della miglior tradizione napoletana, fiore all'occhiello dell'Italia nel mondo, attualizzandola e impreziosendola con contaminazioni soul e jazz di respiro internazionale. Mai legato alle mode del momento o ad istanze meramente commerciali, ha sempre saputo rinnovare il proprio suono mettendolo anche al servizio di tematiche tanto 'scomode' quanto importanti come quelle legate all'emarginazione e alla rivendicazione dei diritti umani".


Il bravissimo Leo Miglioranza, con la sua Na Coeomba Bianca, ha riportato l'attenzione sulla questione delle mine anti uomo, ordigni che colpiscono principalmente civili e per lungo tempo dalla fine delle guerre. Un live fatto con il cuore, i presenti se ne sono accorti e il pathos è stato grande nell'ascoltare Mosca d'Africa, Cocorita, Master I Margerita e 'Ndemo xente.

 

aperitivo aperitivo 2 min leo miglioranza min
miglioranza min premiazione avitabile min proiezione video min

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy