La 19^ edizione del festival Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty si chiude con un grande successo di pubblico e la vincita dei Do'storieski con il brano Tuto a contrari per il Premio Amnesty Italia Emergenti 2016.

 

Sono i trevigiani Do'storieski ad aggiudicarsi quest'anno il premio riservato alla nuova musica emergente con il brano Tuto a contrari. La giuria di esperti ha decretato il nuovo vincitore di VxL 2016 al termine della intensa domenica 17 luglio, selezionando i Do'storieski tra i cinque finalisti del concorso che hanno prestato musiche e voci al palco di Amnesty International Italia a Rosolina Mare. Il loro pezzo folk che ha partecipato al concorso è antirazzista, incentrato sulla complessa - e a tratti paradossale - situazione dei migranti approdati in una terra promessa e inospitale.

dostorieski sul palco rosolina mare

 

Mini bio dei Do’Storieski

I Do’Storieski sono un progetto nato nel 2011 dalla collaborazione di Leo Miglioranza e Alberto Cendron.

In quell'anno si mettono subito a lavorare assieme al progetto “Ostaria”: l’osteria è infatti l'esperienza di vita che accomuna i due (Leo aveva i nonni osti e ci ha passato parte dell’infanzia – Alberto ha lavorato in più di un’osteria storica negli anni di studio) e viene scelta come luogo fisico per parlare del territorio (trevigiano) e della sua popolazione. L’osteria come luogo di incontro, di scambio, di condivisione. Luogo nel quale talvolta qualcuno trova una parola di conforto, una vecchia conoscenza, la compagnia di sempre, il gioco, il canto, l’allegria e un calice di buon vino. Osteria non è un album che vuole ricordare i tempi passati con un velo di nostalgia, ma vuole anche raccontare il presente di un crogiuolo di identità e di umanità. Perchè l'osteria ha la straordinaria capacità di accogliere e avvicinare gli esseri umani.

Dopo la loro seconda opera “Descanto” (2014), che parla della trasformazione del territorio che ha come contropartita il cambiamento degli abitanti che lo popolano, il duo pubblica nel 2016 l'album "Disintegrati" (contenente il brano vincitore al concorso) nel quale si affronta il tema attuale delle migrazioni, spostandoil punto di vista sul concetto di integrazione

 

Premio Amnesty International Italia a Bennato

Prima di assegnare il premio ai Do'storieski è salito sul palco il grande Edoardo Bennato per ritirare il Premio Amnesty International Italia vinto ad inizio anno con la sua canzone Pronti a salpare, brano che da' anche titolo all'album. Nella conferenza stampa pomeridiana l'artista ha dichiarato: "Sono felice di questo premio. Mi sento uno strumento della musica, che mi permette di parlare e dire quello che vedo. Nelle mie canzonette ho sempre dato voce a problemi geopolitici e alle questioni legate alle relazioni tra i membri della famiglia umana. Credo, infatti, che facciamo tutti parte di un'unica famiglia, a dispetto della colorazione della pelle. Ritengo che chi ha già raggiunto un buon livello di rispetto dei diritti umani debba dare gli strumenti a chi, purtroppo è rimasto indietro in questo fondamentale cammino, per fare sì che la dignità umana sia salvaguardata ovunque. I problemi del mondo ci riguardano, anche se sono lontani. Dobbiamo fare in modo che il dislivello del rispetto dei diritti umani vanga sanato nei tempi più rapidi possibili".

bennato premio amnesty italia 2016

 

Gli altri premi di Voci per la Libertà 2016

Il pubblico di Rosolina Mare ha premiato la bellisima voce di Claudia in arte Cloud che con il suo brano Cruel Farewell ha incantato tutti: a lei il Premio della Giuria Popolare per la sua canzone sulle sensazioni, sulle speranze, sulle paure di chi attraversa il mare in cerca di una vita nuova.

cloud cruel farewell premio giuria popolare

 

La critica invece ha premiato i baresi Tea With Alice con Colore: alla loro musica dalle sonorità elettroniche il Premio della Critica anche per l'importante tematica trattata, quella delle troppe stragi di migranti che ogni giorno tentano la traversata in mare.

a tea with alice premio critica vxl 2016

 

Ma i premi non finiscono qua! Per questa edizione 2016, oltre al Premio Premio Web Social andato alla simpaticissima e coloratissima Cicciuzzi's Unable Band per la canzone più votata on line nel contest al quale partecipano i primi iscritti al festival (a lei va il pacchetto promozionale del Meeting degli Indipendenti), un nuovo premio, istituito grazie alla partnership con l'Università Telematica Niccolò Cusano: la targa Unicusano. A vincerla sono stati i ragazzi della Statale 107 bis, riconosciuti dall'Università di Cusano come i più bravi nel diffondere in modo virale la loro musica in Rete. La Statale 107 bis vince l'ingresso in heavy rotation su Radio Cusano Campus del loro brano in concorso Muri Muti oltre alla possibilità di farsi conoscere sulla stessa con una lunga intervista.

statale 107 bis premio unicusano

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy