Si sono conclusi il 18 maggio i nostri laboratori di Arte per i diritti umani, che hanno coinvolto 30 scuole medie e superiori delle provincie di Padova e di Rovigo.

Grazie al progetto Attivamente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, noi di Voci per la Libertà abbiamo potuto portare avanti, per il secondo anno consecutivo, il nostro progetto, che si pone come obiettivo la sensibilizzazione alle tematiche della Dichiarazione universale dei diritti umani, attraverso stimoli che derivano dall’arte.

Tre infatti sono i percorsi che abbiamo sviluppato: cinema, musica, arte contemporanea. Ogni percorso ha coinvolto 10 scuole, per un totale di 30. Ad ogni ragazzo è stato dato un libricino contenente la D.U.D.U e per ogni classe un calendario dei diritti umani, realizzati con le illustrazioni dell’artista Centocanesio. Un grande grazie a Martina Manfrinati che ha seguito tutti i laboratori nelle lezioni frontali di introduzione ai Diritti Umani!

CINEMA
Il percorso di cinema prevedeva un’introduzione sui diritti umani, la visione del docufilm Presi a Caso della storica Laura Fasolin e del regista Alberto Gambato e, successivamente, una discussione con quest’ultimo. Presi a Caso: film documentario che tratta l’argomento dell’eccidio di Villadose, episodio del 25 aprile 1945 in cui 21 persone tra i 14 e i 70 anni hanno perso la vita, a causa di un rastrellamento tedesco. Le testimonianze, nel film, sono di chi ha vissuto il fatto e ha perso familiari o amici, o di chi ha sentito raccontare la storia dai propri nonni o genitori. Un film d’impatto, che ha fatto scaturire molte domande e osservazioni da parte dei ragazzi. Le scuole coinvolte in questo percorso sono state le seguenti: Ist. Comprensivo statale Parini – Camposampiero (PD), Scuola Sec. I Grado L. Da Vinci – Mestrino (PD), Istituto Don Bosco – Padova, Ist. Tecnico per Geometri G. B. Belzoni – Padova, ITT L. Da Vinci – Padova, Liceo Bocchi-Galilei – Adria (RO), scuola media Bonifacio -Rovigo, Ist. Tecnico Geometri A. Bernini – Rovigo, I.P.S.I.A. G. Marchesini – Rovigo, Ist. Tecnico Agrario O. Munerati – Sant’Apollinare (RO).
lab cinema


MUSICA

Anche il percorso musicale si apriva con la lezione frontale sui diritti umani, ma questa era intervallata dall’intervento di un cantante che, con i suoi brani, spiegava cosa volesse dire l’impegno per i diritti umani. Gli artisti coinvolti in questa parte di percorso sono stati tutti partecipanti alle scorse edizioni del Festival Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty.
Quattro i musicisti che hanno collaborato con noi durante questo percorso:

lab 6
MUD, alla Scuola Sec. I Grado Don Lorenzo Milani – Cadoneghe (PD) e all’ Ist. Tecnico Commerciale P.F. Calvi – Padova.
Mud è un cantautore mantovano, vincitore del Premio Amnesty Italia Emergenti del 2014.
Durante i laboratori ha spiegato i 3 modi, secondo lui, per esprimere idee di cambiamento con la musica: scrivendo canzoni, cantare canzoni di altri, costruire una comunità condividendo la musica.
Ha cantato quindi brani propri, ma anche brani di artisti come Guccini, per trasmettere i concetti di musica per i diritti umani.

lab 9 lab 11

Anna Luppi, anche lei mantovana, finalista nell’edizione del 2014 del Festival Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty. Anna ha raccontato ai ragazzi come nascono le sue canzoni, da quali esperienze o da quali storie di altre persone, spesso legate ai diritti umani. Anna è stata ospitata dal Liceo Classico Bocchi – Adria (RO), l’I.I.S. Polo Tecnico – Adria (RO) e l’ I.I.S. Primo Levi – Badia Polesine (RO).

lab 13 lab 14

Elisa Erin Bonomo, artista veneziana, vincitrice del Premio della critica nel 2017. Elisa scrive canzoni che nascono per lo più da esperienze personali; molti suoi brani e attività si dedicano al rispetto della donna e ai pari diritti. Le scuole in cui Elisa ha fatto i suoi interventi sono state: Scuola Sec. I Grado Carducci – Baone (PD), Scuola Sec. I Grado A. Pilonato – Vo’ (PD), I.I.S. Polo Tecnico – Adria (RO).

lab 15 lab 17

Carlo Valente, da Rieti, vincitore del Premio Amnesty Italia Emergenti 2017, con il suo brano “Crociera Maraviglia”. Anche Carlo ha coinvolto gli alunni raccontando da quali fatti di cronaca o esperienze personali e non nascono le sue canzoni. La maggior parte dei suoi brani sono brani impegnati nella difesa dei diritti dell’uomo o nella denuncia laddove tali diritti non sono stati rispettati. Le scuole coinvolte nel laboratorio di Carlo sono state I.I.S. E.U. Ruzza – Padova, Scuola Media Buzzolla – Adria (RO).

ARTE CONTEMPORANEA
Il percorso di arte contemporanea, realizzato grazie alla collaborazione con Deltarte – Festival della creatività della curatrice Melania Ruggini, prevedeva due incontri per ogni classe. Durante questi incontri, dopo l’introduzione sui diritti umani, i ragazzi hanno potuto realizzare un’opera in collaborazione con un artista. Cinque gli artisti che hanno collaborato con noi e con i ragazzi per la realizzazione di questo percorso.

lab 18
Luca Vallese, in arte Zentequerente, ha realizzato 4 murales: al Liceo Scientifico G. Galilei di Selvazzano Dentro (PD) l’artista ha assegnato come “compito per casa” agli alunni l’individuare alcuni libri che sono stati importanti per la loro formazione e ognuno poi ha scritto il titolo del libro che meglio lo rappresentava nel disegno fatto dall’artista. Il murale è una rappresentanza dell’articolo 26.2 della Dudu che riguarda l’importanza dell’istruzione per la personalità umana e per il rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali dell’uomo.

lab 24 lab 23

Alla scuola media Badaloni di Trecenta (RO), su un pannello, l’artista ha disegnato un grande volatile, formato da libri, sempre per ricordare l’articolo 26. Attorno all’uccello gli alunni si sono sbizzarriti disegnando e colorando quelle che sono le loro più grandi passioni (la musica, il calcio, la lettura, lo sport…).

lab 25
Al liceo artistico Modigliani di Padova, su una parete del corridoio della scuola, regna la scritta HUMAN RIGHTS.

lab 26 lab 28

Alla scuola media Virgilio di Costa di Rovigo una bambina prende dal barattolo il succo della DUDU e scrive la frase “Stand Up For Your Rights” (Difendi i tuoi diritti) e anche qui ogni alunno ha disegnato le proprie passioni e colorate per creare il giardino in cui si trova la bambina.

lab 31
Gianluigi Zeni, ha collaborato in due laboratori: con i ragazzi della scuola media Zanella di Padova ha realizzato delle sagome per scenografi teatrale che saranno presentate al Mapu Festival di Piazzola sul Brenta sabato 9 giugno; mentre con i ragazzi della scuola media di Ceregnano (RO), l’artista ha creato un murale che rappresenta il gioco e la voglia di distaccarsi dalle omologazioni per sentirsi definitivamente sé stessi.

lab 32 lab 33

Andrea Clementi, artista che realizza sculture con le corde, ha collaborato con i ragazzi della scuola media di Sant’Elena (PD) creando un’installazione che è stata posta proprio nel giardino della scuola, che rappresenta la collaborazione e l’aiuto reciproco.

lab 34 lab 36
lab 37 lab 38

Riccardo Buonafede ha realizzato due murales su due cabine della centrale dell’Enel, nelle città di Taglio di Po e Lendinara, con gli alunni delle rispettive scuole medie. Sulla cabina a taglio di Po sono state raffigurate due figure di donne che si sono messe in prima fila nella “lotta” per i diritti dell’uomo: Madre Teresa di Calcutta, che sempre ha aiutato le vittime della povertà e della malattia e Malala Yousafzai, la più giovane vincitrice di un premio Nobel per la Pace che nel suo blog documenta il regime dei talebani pakistani, contrari ai diritti delle donne; ha subito anche un attentato. Sulla cabina di Lendinara, l’artista ha voluto raffigurare l’importanza, per l’uomo, di vivere in una terra sana.

lab 39 lab 40
lab 42 lab 43

Infine, Centocanesio, street artist, in un’aula comune della scuola media di Terrassa Padovana (PD) ha raffigurato la scritta Love (Amore), che dovrebbe essere una cosa naturale ed universale e a Villadose (RO).

Queste le inaugurazioni di arte contemporanea inserite all’interno di Arte per la Libertà, il festival della creatività per i diritti umani:
14 aprile Riccardo Buonafede a Taglio di Po (RO)
5 maggio Riccardo Buonafede a Lendinara (RO)
19 maggio Centocanesio a Villadose (RO)
26 maggio Luca Vallese a Costa di Rovigo (RO)
8 giugno Gianluigi Zeni, caccia alla street art a Loreo (RO)
9/10 giugno Gianlugi Zeni a Piazzola sul Brenta (PD)
15 giugno Gianluigi Zeni, caccia alla street art a Comacchio (FE)

E ora vi diamo appuntamento al prossimo anno, invitando le scuole a partecipare al bando Attivamente della Fondazione Cariparo e vi annunciamo che a settembre ci saranno delle belle novità per i laboratori di Arte per i Diritti Umani!

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie. Privacy Policy